Home Page
   
chi siamo
pianta della città
cenni storici
manifestazioni
numeri utili
trasporti pubblici
foto storiche
   
modulistica
regolam. comunali
   
cinema
British School
Irfo
soms. Garibaldi
univ. popolare

 


News / Iniziative / Primo Piano
  Viaggio nell’antica cultura di Arzano e dell’entroterra napoletano" Sabato 20 aprile alle ore 17.00, nella Sala Consiliare del Comune di Arzano, presentazione del Libro delnostro concittadino Giustino Aruta. - 17/04/2013

"Il giorno 20 aprile 2013, alle ore 17.00, presso la sala del Consiglio Comunale di Arzano, in piazza R. Cimmino, si terrà la presentazione del libro “LA CAVALCATA DEI MESI”, scritto dal prof. Giustino Aruta. Il libro sarà presentato dal prof. Giuseppe Maglione, lo storico che per primo ha trattato delle origini e dello sviluppo della città di Arzano. Farà gli onori di casa il Sindaco della città, il dr. Giuseppe Antonio Fuschino. “La cavalcata dei mesi” era una manifestazione che un tempo si effettuava ad Arzano, il 6 gennaio di ogni anno: in pratica, degli attori dilettanti impersonavano e facevano parlare i mesi, esponendone le caratteristiche. L’autore, indossando i panni di quegli “attori”, racconta, in modo appassionato e coinvolgente, le attività principali e le pratiche che svolgevano, nei vari mesi dell’anno, gli antichi abitanti di Arzano e dei paesi dell’entroterra napoletano. Il “Cavaliere” Aruta, come lo definisce il prof. Maglione, conduce i suoi lettori per le antiche vie e vinelle di quel piccolo mondo antico, “tra detti e riti di una comunità che da secoli vive insieme e che si è costruita linguaggi, parlate e strutture di vita individuali e sociali”. In questa specie di “almanacco”, i mesi, seppur ricchi di notizie riguardanti eventi, ricorrenze e tradizioni del tempo passato, scorrono via veloci, per lo stile agile ed asciutto del testo: in un baleno si arriva a “dicembre”, ancora col desiderio di sapere altro ed altro ancora …"

  Il Rinascimento contro le mafie la "Leda" di Michelangelo a Casavatore - 17/04/2013

Dal 24 aprile al 2 giugno, il Comune di Casavatore, in collaborazione con Libera e l'associazione culturale MetaMorfosi, ospiterà l'esposizione del disegno di Michelangelo Buonarroti Studi per la testa della Leda. Il disegno, unanimemente riconosciuto come uno dei pezzi più belli e importanti della produzione grafica di Michelangelo, è ritenuto dagli esperti preparatorio del dipinto La Leda e il Cigno, andato perduto.
L'iniziativa è stata presentata  alla stampa nella sede del Ministero presso il Palazzo del Viminale a Roma. Sostenuta dal ministro Annamaria Cancellieri e realizzata con l'appoggio della Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura, l'iniziativa vuole proporre una nuova azione positiva: portare le mostre d'arte in territori difficili, di frontiera, dov'è necessario promuovere la cultura e la creatività.
"Vedere da vicino un capolavoro di Michelangelo, per i ragazzi e i cittadini di Casavatore e delle aree vicine, sarà un'occasione emozionante di riflessione, di studio, di impegno  -  dichiara il Presidente dell'Associazione Culturale Pietro Folena - ma sarà anche l'occasione per sentirsi protagonisti in un territorio per una volta non marginale rispetto alle logiche dei grandi flussi turistici, dei grandi eventi, degli appuntamenti culturali di altissimo livello".
Molte le istituzioni culturali pubbliche, ecclesiastiche e private che si sono dichiarate pronte a dare un contributo ad una campagna di più ampio respiro, così 
come ha fatto la Fondazione Casa Buonarroti che si è resa disponibile con entusiasmo al prestito della Leda, attivando un vero e proprio "Rinascimento contro le mafie".
Un progetto di ampio respiro che intende portare le opere dei protagonisti di un'epoca unica nella storia del mondo, il Rinascimento appunto, in territori caratterizzati da una forte presenza mafiosa e criminale, che ne ha segnato e limitato la crescita non solo economica, ma anche sociale e culturale. Territori dove, però, sono nate tante e proficue esperienze di educazione alla legalità.
"Il Rinascimento contro le mafie" può rappresentare, quindi, il mezzo per promuovere, sulla base dei valori dell'umanesimo, dell'altro, del rispetto della diversità, un inedito movimento per l'arte al servizio della legalità.

 

 

 





Se vuoi ricevere nella tua casella di posta le novità pubblicate da Arzano.org iscriviti:

La Tua email:
La tua email sarà utilizzata ESCLUSIVAMENTE per inviarti NEWS




Garibaldi Notiziario della SOMS "G. Garibaldi"



 

 

Corsi di Lingua Inglese

dai 4

ai 90 anni

ARZANO

Via Pecchia, 081.7312678
Parco Elena

Corsi Microsoft MOS


La Graticola - Reg. Tribunale di Napoli n. 2317 - 15/04/1972 - Tutti i diritti riservati 2005/2006 - Powered by Netminds.it